Abbiamo deciso di costruire da noi i giochi nella misura più ampia possibile.

Difendiamo questa scelta con determinazione, anche se a volte i risultati non sono del tutto convincenti e spesso si rivela una via tortuosa da percorrere, eppure ne siamo sfacciatamente orgogliosi perché crearli è il cardine di una libertà che esercitiamo a molti livelli:

libertà nella scelta di cosa realizzare, in primis, scegliendo quello che ci diverte di più e non in base alla sua disponibilità;

libertà anche nel decidere con quali materiali, frugando tra gli scarti, accumulando rifiuti e stupendoci di cosa a volte si possa recuperare e ricomporre;

libertà, poi, nel decidere i tempi, concedersi lunghe riflessioni, sbagliare e rifare, pensare a chi chiedere un aiuto, un consiglio…

Costruire è una piccola bolla che ci apparta dal mercanteggiare quotidiano: dall’abitudine a risolvere mettendo mano al portafogli, dal delegare i nostri gusti alle mode, dal lasciarci suggerire i bisogni.

Siamo maldestri ma spavaldi, invasati dalle piccole grandi soddisfazioni che ci da il completare un pezzo, vederlo poi usare…fatevi contagiare da questo entusiasmo nell’arrangiarsi! Da questa frenesia del fare con poco!…è gratis! E’ un regalo che vi facciamo.